Home Cronaca Camorra vesuviana, già scarcerato “Alfredo ‘o biondo” del clan Gionta

Camorra vesuviana, già scarcerato “Alfredo ‘o biondo” del clan Gionta

A solo 12 giorni dall’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Salerno, su richiesta della DDA di Salerno, torna il libertà Oliva Alfredo, alias Alfredo o Biond, pluripregiudicato legato al clan Gionta nonché nipote del boss Longobardi Gennaro (Gennaro ca’ ‘a barba). Accusato di essere partecipe di una associazione finalizzata al traffico di droga, operante nel territorio di torre annunziata e nell’agro nocerino, con ruolo specifico di rifornire l’associazione capeggiata dai salernitani di “ingenti quantitativi di sostanza stupefacente, prevalentemente cocaina”. Il giudice per le indagini preliminari ha accolto l’istanza presentata dal difensore di Oliva, l’avvocato Antonio Iorio del Foro di Torre Annunziata, sostenendo la tesi del difensore secondo cui “al padre detenuto possono essere concessi gli arresti domiciliari qualora sia dimostrata l’impossibilità della madre di provvedere ai figli”.

Ciò in vista della recentissima pronuncia della Corte di Cassazione che nel bilanciare le esigenze di tutela collettività con quelle di tutela della prole ha ritenuto concedibile la misura degli arresti domiciliari qualora nessun altro possa provvedere alla prole.
E ciò è stato per Oliva Alfredo che è ritornato, a soli 12 giorni di carcere, agli arresti in cass proprio presso la sua abitazione di Torre Annunziata.

Posting....
Exit mobile version