«Ci hanno segnalato un assorbente per l’igiene femminile attaccato a uno dei display di un treno della circumvesuviana. L’ennesimo atto d’inciviltà perpetrato ai danni di un servizio che paga già immani criticità di vario genere. Si tratta dell’ennesimo sfregio al trasporto pubblico. Questo gesto oltre alla deriva incivile denota anche la totale mancanza di controllo sui vagoni».

«Da tempo, infatti, chiediamo ad Eav, così come ad Anm, di fortificare il personale di controllo all’interno delle stazioni e sui mezzi in modo da arginare il fenomeno dei vandali e dei “selvaggi” e anche per mitigare il flusso di passeggeri che viaggiano ogni giorno senza acquistare i titoli di viaggio. Il trasporto pubblico ha bisogno di risollevarsi cominciando sanzionando, punendo ed escludendo i “barbari” che rendono peggiori le condizioni di viaggio a danno soprattutto anche degli altri utenti». Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, dopo le segnalazioni ricevute da alcuni cittadini.