Home Cronaca Architetto ucciso a 49 anni per una rapina in casa, in tre...

Architetto ucciso a 49 anni per una rapina in casa, in tre catturati in Campania

Si trovavano in Campania i complici accusati dell’omicidio di Roberto Mottura. A quasi quattro mesi dalla notte in cui l’architetto di 49 anni è stato ucciso nella sua abitazione di Piossasco, nel Torinese, i carabinieri hanno fermato tre uomini. Sarebbero stati loro a introdursi nella villetta sotto il monte San Giorgio, in cerca di qualcosa da rubare, per poi fuggire una volta sorpresi esplodendo il colpo di pistola che ha colpito il proprietario di casa. Trentenni di origini albanesi.

Per una banconota da 50 euro, il magro bottino tirato su dai tre, che sono ora in attesa della convalida del fermo. L’ipotesi che conoscessero la vittima, o la sua abitazione, è caduta nel vuoto. Prima della notte del 9 giugno nessuno di loro aveva avuto contatti con l’uomo, sposato e con un figlio che si trovava in casa. A sparare sarebbe stato il più anziano dei tre, un 29enne che per quel colpo si era portato dietro due “pendolari del furto” residenti in Campania, pronti a far razzie per poi rientrare presso le loro abitazioni, nel Sud Italia.

Posting....
Exit mobile version