Circa duemila persone, partite in corteo da alcuni comuni del Napoletano e dell’Agro aversano, stanno giungendo dinanzi al mercato ortofrutticolo di Giugliano, in via Santa Maria a Cubito, per dire no ai miasmi e ai roghi tossici che continuano ad avvelenare l’aria. I disagi sono diventati da qualche settimana più gravi, ovvero da quando nelle ore notturne, in diverse località del Napoletano e del Casertano si sta avvertendo un odore nauseabondo.

In testa ai cortei ci sono diversi sindaci, tra cui quello di Giugliano, Nicola Pirozzi. I cittadini hanno denunciato di essere esasperati ed hanno sollecitato interventi urgenti.