I Carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo di Avellino hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in istituto penale minorile emessa dal gip del Tribunale per i minorenni di Napoli, su richiesta della Procura, nei confronti di un ragazzo avellinese appena 18enne. I fatti risalgono alla notte tra il 6 il 7 luglio scorso, quando, nelle ore immediatamente successive alla vittoria della Nazionale di calcio nella semifinale degli Europei, sono stati esplosi colpi di arma da fuoco nel centro cittadino mentre erano in corso i festeggiamenti per la vittoria. Il giovane è ritenuto gravemente indiziato di tentato omicidio ai danni di tre giovani, commesso insieme al genitore attualmente detenuto in carcere.

I Carabinieri e il personale del 118, immediatamente accorsi sul luogo, hanno fornito i primi soccorsi alle tre persone ferite dai colpi di pistola, tutte di Avellino e tra loro legate da vincolo di parentela. Rintracciato all’alba, il giovane è stato portato in carcere minorile.