Ha rischiato di morire annegato per sfuggire agli arresti, dopo avere commesso uno scippo. Inseguito dai carabinieri, un uomo si è tuffato nel porto di Torre Annunziata e ha nuotato per 500 metri, resistendo in acqua un paio d’ore. La motovedetta della Capitaneria di Porto lo ha sollevato dall’acqua mentre era ormai allo stremo delle forze. Il malvivente è stato trasportato sulla banchina dove ha trovato i carabinieri ad attenderlo.

Ma prima dell’arresto è stato necessario trasferirlo all’ospedale Maresca di Torre del Greco per le cure necessarie. Per fortuna, per lui, niente di grave.