Gli Agenti della Sottosezione Polizia stradale di Sala Consilina (Salerno) hanno arrestato L.M.C., cittadino rumeno di 33 anni, latitante che da circa 2 anni era riuscito a far perdere le proprie tracce rifugiandosi anche all’estero. L’uomo, da parecchi anni in Italia, è responsabile di diversi reati contro la persona e il patrimonio e nel 2014 si è reso responsabile anche di un grave incidente stradale con feriti, provocato dal suo stato di alterazione alcolica, scappando senza prestare soccorso. L’uomo è stato fermato sulla A2, tra Polla e Atena Lucana, mentre faceva rientro all’abitazione di famiglia. L’auto procedeva a forte velocità ed è stata intercettata dalla pattuglia che si è posta all’inseguimento. In un primo momento, il clandestino ha tentato la fuga aumentando la velocità, facendo perdere le proprie tracce, ma l’intervento di un’altra unità operativa ha consentito il fermo del veicolo e l’identificazione dello stesso.

Le successive verifiche del caso hanno accertato che a carico dell’uomo pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura di Lagonegro, che, nella circostanza, gli è stato notificato. Deve scontare 1 anno e 4 mesi di carcere. Dopo le formalità di rito, è stato portato al carcere di Potenza.