Home Covid Operatori sanitari No Vax, oltre 500 nell’asl napoletana: arriva l’ultimatum

Operatori sanitari No Vax, oltre 500 nell’asl napoletana: arriva l’ultimatum

Linea dura, come gia’ annunciato, da parte dell’Asl Napoli 1 per la vaccinazione contro il covid da parte di tutti i medici, infermieri e tecnici delle proprie strutture. Sono infatti 567 i dipendenti dell’ASL Napoli 1 Centro non vaccinati, di cui 43 non rientranti nell’obbligo. L’Asl guidata dal direttore Ciro Verdoliva ha verificato tutti i dati e ha invitato formalmente gli interessati a sottoporsi alla somministrazione del vaccino comunicando l’avvenuta vaccinazione entro 5 giorni dal ricevimento della raccomandata, altrimenti si procedera’ ai sensi dell’articolo 4 del ddl 44/2021 che dal comma 6 in poi spiega che la non vaccinazione “determina la sospensione dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio”.

Il lavoratore, prosegue la legge, e’ assegnato se possibile, a mansioni anche inferiori, con il trattamento corrispondente che, comunque, non implichino rischi di diffusione del contagio. Quando l’assegnazione a mansioni diverse non e’ possibile, si viene sospesi senza stipendio fino all’assolvimento dell’obbligo vaccinale e comunque non oltre il 31 dicembre 2021. Dei 524 che devono vaccinarsi 291 vivono in territori di altre Asl e l’azienda partenopea e’ in attesa di riscontro dalle singole ASL competenti, mentre 233 sono residenti nel territorio dell’ASL Napoli 1 Centro e gli e’ stata mandata la notifica dell’ultimatum a vaccinarsi.

Ai 233 medici e infermieri e tecnici dell’Asl Napoli 1 residenti nel territorio di Napoli e’ gia’ stato mandato l’avviso di ultimatum. Di questi, spiega l’Asl in una nota, per 43 e’ in corso l’accertamento di ricevimento della raccomandata, mentre 75 intanto si sono vaccinati. Venti hanno subito dato l’adesione a vaccinarsi e sono stati prenotati per il 3 settembre per la prima dose, mentre 24 hanno risposto con giustificazioni che sono state accolte. Un dipendente intanto e’ deceduto, mentre 35 non hanno risposto alla lettera e se proseguiranno verranno riassegnati o sospesi. Sette dei non vaccinati sono dirigenti medici, 12 sono infermieri e tecnici di laboratorio e lavorano all’assistenza anziani, al Dipartimento di Prevenzione, negli ospedali Loreto Mare, Pellegrini, San Gennaro, San Paolo, Ospedale del Mare, Pellegrini, San Paolo. Ci sono poi tra gli altri dirigenti veterinari, 6 specialisti ambulatoriali, 2 dirigenti psicologi, 1 dirigente farmacista e un dirigente sociologo alla guardia medica.

Posting....
Exit mobile version