Rinnovare il parco mezzi regionale entro il 2025 e “dare lavoro all’indotto delle fabbriche di settore dell’area di Caserta, Napoli e dell’Irpinia”. Questo il progetto della Regione Campania che serve “a creare un trasporto da Paese civile”. In un post su Facebook, il presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca, ha sintetizzato la cerimonia di consegna di due nuovi treni che “andranno a servire le nostre tratte regionali gestite da Trenitalia” sottolineando che “prosegue il programma di miglioramento e ammodernamento del trasporto pubblico regionale”. “Salgono così a cinque i treni ‘Rock’ già operativi sui binari della Campania su una fornitura complessiva di 37 nuovi treni oltre a 19 ‘revampizzati’, che vanno ad aggiungersi ai 24 treni ‘Jazz’ già in circolazione. A questo si aggiunge il programma di acquisto di 82 treni nuovi (più 53 ‘revampizzati’) per Eav. Parliamo – ha sottolineato De Luca – di 1.2 miliardi di investimenti attivati dalla Regione Campania, per 215 nuovi treni, di cui 74 già in circolazione”.

“È uno sforzo gigantesco, a cui si aggiunge il programma di rinnovo dei mezzi su gomma, con oltre mille nuovi bus per le autolinee del territorio regionale. Nel 2015 siamo partiti da ‘sotto zero’: nel quinquennio precedente (2010-15) non era stato effettuato nemmeno l’acquisto di un pullman o un treno in Campania. Siamo passati da quella situazione ad un programma di investimento straordinario, che avrà effetti positivi su tutta la mobilità regionale”.