Regione, EAV, FS Sistemi Urbani ed RFI stanno elaborando un progetto con l’obiettivo comune di definire il nuovo assetto del nodo di Napoli Garibaldi, snodo chiave del sistema di trasporto cittadino in cui confluiscono le principali componenti della mobilità urbana, regionale e nazionale, sia pubblica che privata. La redazione del Progetto è stata affidata ad Italferr, società in house del Gruppo FS. Sarà realizzata una completa integrazione tra il nodo ferroviario RFI di Napoli Garibaldi e quello delle linee vesuviane, con una rigenerazione urbana dell’ex scalo merci FS di Napoli Centrale.
L’obiettivo è la realizzazione in tale area di un HUB tra i primi, a livello nazionale, per
passeggeri in transito ed attestazione linee (Trenitalia, Italo, metropolitane, linee regionali, TPL su gomma pubblico e privato, taxi, NCC etc), interconnesso con la città, intermodale (urbano, extraurbano, pedonale, ferro, gomma, bici).
L’HUB sarà composto da:
· Il raddoppio della stazione EAV Garibaldi con l’attestazione delle linee;
· Utilizzo dello scalo EAV di Porta Nolana per deposito rotabili e officine di primo intervento;
· Copertura delle linee EAV tra Porta Nolana e Piazza Garibaldi per un’accessibilità pedonale;
· Copertura delle linee EAV in uscita dalla stazione di Piazza Garibaldi per la realizzazione di un parco lineare a verde;
· un nuovo terminal bus e un parcheggio scambiatore, entrambi interrati e direttamente accessibili dalle reti autostradali;
· un’ampia zona per accoglimento dei viaggiatori in transito sulle diverse modalità di trasporto;
Il progetto si propone in particolare di intercettare il traffico di autobus e vetture proveniente dall’autostrada A3 per convogliarlo nel nuovo HUB evitando l’attuale intasamento sulla via Galileo Ferraris, modificando in modo determinante l’attuale accessibilità dell’area. A tal fine si renderanno necessarie anche alcune significative modifiche dell’attuale viabilità, nonché l’inserimento di una nuova rotatoria e di un cavalcavia in prossimità dell’attuale Deposito ferroviario EAV del Pascone che sarà abolito.
La nuova configurazione proposta risolverà il problema della congestione veicolare che interessa stabilmente e continuativamente l’accesso alla Stazione Centrale di Napoli FS da est.
Il progetto proposto costituisce un’opportunità per conseguire la rigenerazione urbana all’intera area dell’ex scalo merci FS di Napoli Centrale. In particolare la copertura delle linee EAV in uscita da Piazza Garibaldi per un’estensione di circa un chilometro lungo via Galileo Ferraris con la realizzazione di un parco con verde ed attrezzature sportive e ricreative costituirà un’importante ricucitura e riqualificazione del tessuto urbano in una zona oggi fortemente degradata.
Si realizzerà, quindi, un insieme di boulevard e filtri verdi che costituiranno un anello verde di consistenza pari a circa il 50% dell’area di intervento. Infine, a completamento del progetto di rigenerazione urbana dell’area, è in fase di studio lo sviluppo di volumetrie per accogliere nuove funzioni adeguatamente contestualizzate su quest’area della città.