Alla vista del numero vincente sul gratta e vinci, non credendo ai suoi occhi, ha consegnato il biglietto a un dipendente per verificare la veridicità del tagliando e dei 500mila euro in premio. L’uomo ha validato la vincita tramite un dispositivo dedicato e per un ulteriore riscontro ha consegnato il tagliando a uno dei titolari che, preso evidentemente dall’euforia, è fuggito con quello in sella al suo scooter. È successo a Napoli nel quartiere Stella. L’uomo è ora irreperibile ma sulle sue tracce ci sono i carabinieri. Per il tagliando, intanto, è stato richiesto il blocco.

E’ un attento osservatore della vita napoletana e dei suoi fuochi d’artificio, ma una storia del genere ha ancora il potere di stupirlo. Patrizio Rispo, da 25 anni tra i protagonisti della soap piu’ longeva della tv italiana, “Un posto al sole” di RaiTre, commenta quasi con incredulita’ la vicenda del tabaccaio che e’ fuggito dopo essersi impossessato di un Gratta e vinci da 500mila euro. “E’ una vicenda che vedrei bene in un film, diciamo una commedia con Renato Pozzetto, ovviamente con un lieto fine e la restituzione del biglietto alla legittima proprietaria”. “Non so – riflette – cosa possa essere passato per la mente del tabaccaio, che in pratica ha firmato un furto davanti a testimoni. E’ stato un gesto folle, ha evidentemente perso la testa. Gli direi di tornare subito e consegnare il maltolto dicendo ‘scusatemi, ero fuori di me'”. E alla anziana derubata cosa direbbe? “Tutta la mia solidarieta’ e vicinanza, sarei pronto ad accompagnarla in qualsiasi azione legale contro il ladro e per difendere i suoi diritti”. Magari il caso ispirera’ una storia agli autori di Un posto al sole? “Chissa’, sicuramente ne parleremo. Come penso ne parleranno in tanti…”.