Maltrattamenti fisici e psicologici, botte, rimproveri offensivi e sproporzionati. Con queste accuse una maestra di una scuola dell’infanzia del Vallo di Lauro, in provincia di Avellino, e’ stata sospesa per i prossimi dieci mesi da ogni attivita’ professionale. L’ordinanza della Procura di Avellino e’ giunta a conclusione delle indagini svolte dai carabinieri partite in seguito alle denunce presentate da alcune madri dei bambini che rappresentavano gravi episodi di maltrattamenti subiti dai propri figli.

Dalle intercettazioni audio-video disposte dagli investigatori e’ emerso che l’insegnate, in maniera reiterata, aveva un comportamento vessatorio nei confronti dei bambini con continue mortificazioni psicologiche e fisiche. La misura interdittiva fa divieto all’insegnante indagata di prestare servizio presso qualsiasi istituzione scolastica di ogni ordine e grado.