Sono 112 i cittadini di nazionalità afgana arrivati stasera, intorno alle 19, al Covid residence dell’Ospedale del Mare di Napoli e partiti da Avezzano (AQ). A renderlo noto è l’unità di crisi della regione Campania. Si tratta, in particolare, di 43 nuclei familiari. Tra gli ospiti anche 12 bambini sotto i 2 anni e numerosi adolescenti. Ad accoglierli il capo dell’Unità di Crisi della Regione Campania, Italo Giulivo, il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, volontari della Protezione Civile regionale, personale dell’Asl e mediatori culturali.

A tutti i cittadini afghani, all’uscita dai 3 pullman della Marina Militare, dopo il cambio della mascherina, è stata garantita immediata assistenza logistica (con il supporto al trasferimento bagagli in camera) e sanitaria a chi ne avesse necessità (qualche persona ha chiesto di essere sottoposta a misurazione della pressione) e si sta procedendo all’esecuzione di tamponi molecolari.