E’ stato convalidato il fermo e disposto il carcere per il 18enne che lo scorso 31 agosto, a Torre del Greco ha accoltellato alla gola il compagno della madre che, poco prima, aveva avuto l’ennesimo lite con la donna. Una decisione, spiega il legale del giovane, l’avvocato Maria Laura Masi, presa dal giudice per le indagini preliminari di Torre Annunziata senza ascoltare il ragazzo che e’ costretto all’isolamento in quanto risultato positivo al Sars-Cov-2. L’avvocato Masi, intanto, ha annunciato di voler presentare istanza al Tribunale del Riesame.

“E’ solo un ragazzino che ha agito per difendere la madre – ribadisce la penalista – e vorrei che il giudice potesse ascoltare quello che ha da dire in merito a questa triste vicenda prima che venga presa una decisione”.