Trovato morto in casa, indagano i carabinieri. Si tratta di un cittadino di nazionalità ucraina, di 57 anni. Risiedeva con la sua compagna ed una figlia in via Roma. Ieri mattina è stato trovato riverso a terra, con una profonda ferita alla testa. Che potrebbe essere stata causata da un improvviso malore. L’uomo potrebbe aver battuto violentemente la testa a terra procurandosi la ferita. Il cittadino straniero che lavora in città, era a quanto sembra solo in casa, in quanto i suoi familiari avrebbero raggiunto per le vacanze estive i propri congiunti in Ucraina. Il corpo dell’uomo è stato prelevato e portato alla morgue dell’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore. È stato informato il magistrato ed è stata disposta l’autopsia. Le indagini sono condotte dai militari della stazione dell’Arma di Grumo Nevano e coordinati dal capitano Andrea Coratza della compagnia di Giugliano.

Anche se l’ipotesi più plausibile è che l’uomo possa essere morto per un improvviso malore (le cause precise le accerterà l’autopsia) gli investigatori non tralasciano alcuna traccia. La scena è stata radiografata dai carabinieri, che attendono l’esito dell’indagine necroscopica, per conoscere se la ferita che l’uomo aveva sulla testa possa essere compatibile con la caduta. Per cui saranno poi presi in esami tutti gli elementi sulla scena del decesso, tra cui alcuni arnesi da taglio. Adesso attraverso i contatti diplomatici si sta cercando di avvertire i familiari sperando che dalle loro testimonianze possa emergere qualche ulteriore dettaglio, per far luce sulle cause del decesso, per esempio se il 57enne soffrisse di qualche patologia.