I medici dell’ospedale Cardarelli hanno rimosso una neoplasia benigna di oltre 13 chili da una paziente di appena 15 anni. L’ intervento e’ stato portato avanti con una tecnica a minima invasivita’ per asportare un cistoadenofibroma. La giovane paziente e’ arrivata al pronto soccorso del Cardarelli lunedi’ 16 agosto. Dopo averla sottoposta d’urgenza agli esami del caso, i medici del Dipartimento di Emergenza Accettazione (DEA) hanno compreso la gravita’ delle sue condizioni e l’ hanno affidata alle cure del reparto di Ginecologia e Ostetricia diretto da Claudio Santangelo. In meno di 24 ore la giovane e’ stata preparata e sottoposta all’intervento chirurgico che ha consentito, con un taglio di soli 4 centimetri all’altezza dell’inguine, di rimuovere la neoplasia di oltre 13 chili e oltre 44 centimetri di diametro.

Ad operarla, oltre al primario Santangelo, l’equipe composta dai chirurghi Giovanni Ruggiero e Viviana Natullo, dagli anestesisti Massimo Pisanti e Valeria Diglio e dallo strumentista Silvio Caso. “Questi interventi sono molto delicati – afferma il primario Santangelo – sia per l’eta’ della paziente sia per l’esigenza di intervenire su una neoplasia che, per quanto benigna, ha dimensioni fuori norma. Storie come questa dimostrano, qualora ce ne sia bisogno, che la nostra azienda ospedaliera offre in qualsiasi momento risposte alle piu’ svariate esigenze di salute. Per tutti noi che lavoriamo e quasi viviamo in questo ospedale e’ un punto d’orgoglio”.