Una transgender e due spazzini sono state le vittime di due ragazzi incensurati, un diciottenne un diciannovenne, che hanno sparato pallini contro di loro, con un fucile ad aria compressa, ferendoli. A scoprirlo, un’indagine dei carabinieri su delega della procura di Torre Annunziata, in base alla quale i due sono stati denunciati. Ora devono rispondere di lesioni aggravate. Alle indagini hanno contribuito anche le immagini dei sistemi di videosorveglianza delle zonr in cui si erano segnalati i feriti. Perquisendo le abitazioni e le auto dei due indagati, sono state trovate e sequestrate una carabina ad aria compressa Striker Atsan calibro 5,5, una replica di mitragliatrice MP calibro 4,5 a gas, 13 ricariche gas, 42 cartucce a salve calibro 9, una confezione di pallini e una confezione di Ppiombini.

Trovati e sequestrati anche di indumenti utilizzati dai due per compiere il loro render notturni ancora da identificare un terzo complice. La transgendere Sara Lopex il 21 agosto scorso aveva pubblicato su TikTok il video in cui denunciava di essere stata vittima di una aggressione con una ferita al braccio a Pompei, mentre era a piedi in via Plinio. Uno dei due operatori ecologici della Prima Vera srl, che gestisce la raccolta rifuti a Torre Annunziata, era stato colpito due gioni dopo all’alba tra via Caracciolo e via Porto, area adiacente al lungomare cittadino.