“Nel corso del controllo contro i roghi e lo sversamento di rifiuti, abbiamo rinvenuto un insediamento abusivo nel quale erano in atto una serie di violazioni anche di carattere penale. Una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto, sovraffollamento di persone conviventi, violazioni di norme sulla cittadinanza e sull’ambiente e, soprattutto, condizioni igienico sanitarie disastrose, in cui erano costretti anche minori”. A scriverlo sui social è il sindaco di Poggiomarino, Maurizio Falanga.

Il primo cittadino aggiunge: “Sono dunque intervenuti i Carabinieri della locale stazione, la Polizia Municipale, l’Ufficio Tecnico comunale e personale dell’ASL, che ringrazio per la brillante operazione, che hanno proceduto al sequestro dell’area, allo sgombero ed alla bonifica. Con il dovuto controllo del territorio da parte degli organi preposti, la nostra Poggiomarino non potrà che migliorare e proiettarsi verso il suo futuro migliore, fatto anche di rispetto delle regole”.

“Un’operazione che va nella direzione che ci eravamo prefissati per migliorare l’ambiente – fa sapere il vicesindaco con delega, Luigi Belcuore – continueremo in questo senso per impedire altre situazioni del genere”. Dello stesso avviso il capogruppo in consiglio comunale di FdI, Giuseppe Orefice: “La tutela dell’ambiente faceva parte del nostro programma e stiamo cercando di mantenere una promessa che vale la salute della popolazione”.