Trentaquattro cani tenuti in cattive condizioni igienico-sanitarie, alcuni dei quali affetti da gravi forme di parassitosi e alopecia cutanea, sequestrati a Sessa Aurunca dai carabinieri forestali, che hanno denunciato la proprietaria dell’immobile in cui erano tenuti gli animali. La donna, cui è comminata anche una sanzione amministrativa di quasi settemila euro, è in ospedale per una verifica delle sue condizioni di salute.

All’operazione hanno preso parte i carabinieri delle stazioni di Sessa Aurunca del gruppo forestale di Caserta, insieme al personale dell’Asl e alla polizia municipale. Nessun cane, è emerso, aveva il microchip nè era iscritto all’anagrafe canina. Gli animali sono affidati al canile convenzionato Santa Lucia, nel comune di Cellole.