Una finta televisione con sopra impressi i loghi di Tg1, Tg2, Tg3, Skytg24, Tgcom24, Tg La7, Rai News24, Tg5, Tg4 e Studio Aperto è stata colpita ripetutamente con un martello e distrutta dai manifestanti che a Napoli contestano l’entrata in vigore delle normative sul Green Pass. Riuniti in piazza Dante hanno più volte definito i giornalisti “terroristi” e denunciato come “chiedano il Green Pass a noi, ma non ai clandestini”.

 

Un centinaio di persone in piazza Dante per la manifestazione convocata alla vigilia dell’entrata in vigore delle disposizioni sul Green Pass. Quasi nessuno indossa la mascherina. I contestatori espongono cartelli a sostegno del medico Giuseppe De Donno, chiedendo per lui il “premio Nobel per la medicina”. Tanti gli slogan contro Mario Draghi, definito “nazista” e contro il governatore della Campania Vincenzo De Luca, a cui chiedono di “togliere le mani dai bambini”. Partita anche una raccolta firme per una petizione a sostegno delle scuole aperte con la didattica in presenza “senza fare vaccini ai bambini”. Esposti cartelli contro le principali reti televisive italiane.