Si può ottenere il Green pass anche se non si è vaccinati, se non si è guariti dal Covid e se non si è stati sottoposti a tampone. È il caso di tutte quelle persone che non possono ricevere il vaccino per motivi comprovati. Potranno allora richiedere il certificato di esenzione alla vaccinazione, documento che gli permette di avere anche la certificazione verde obbligatoria dal 6 agosto per accedere a eventi pubblici, ristoranti e palestre. Le indicazioni riguardo a chi ha diritto a ottenerla e come sono indicate nella circolare del Ministero della Salute.

Per ottenere la certificazione di esenzione al vaccino anti Covid è necessaria «la presenza di specifiche condizioni cliniche documentate, che la controindichino in maniera permanente o temporanea». Sono tutte quelle persone che non si sono potute vaccinare a causa di patologie pregresse e chi non ha ricevuto la seconda dose per effetti collaterali (gravi) dopo la prima. E le donne incinta? La vaccinazione, si legge nella circolare, «non è controindicata in gravidanza». Se però si scegliere di rimandare il vaccino, «alla donna in gravidanza potrà essere rilasciato un certificato di esenzione temporanea alla vaccinazione» precisa il ministero, sottolineando che anche «l’allattamento non è una controindicazione alla vaccinazione anti-Sars-CoV-2». Le persone che ottengono una esenzione alla vaccinazione, si legge, «devono essere adeguatamente informate sulla necessità di continuare a mantenere le misure di prevenzione» come uso delle mascherine, distanziamento, evitare assembramenti.