”Quest’anno avremmo avuto un raccolto di olive straordinario, con ottimo olio. Invece, adesso abbiamo tutte le olive cadute. Abbiamo perso tutto e anche gli alberi sono stati distrutti dal maltempo”. Sono le parole di diversi contadini delle colline dei Monti Lattari e della Costiera Sorrentina che guardano con sconforto anche le mele e tutti i frutti ridotti a tappeto sul terreno a causa del cattivo tempo. La notte scorsa, intorno alle ore 3,30, il maltempo si è scatenato con lampi, tuoni, pioggia e, soprattutto, tanta grandine di dimensioni straordinarie, mai vista in zona.

La pioggia ha allagato strade e scantinati, ma i danni maggiori li ha provocati la grandine con chicchi grandi quanto mandarini, che ha danneggiato le auto parcheggiate all’aperto, ma anche le strutture di locali pubblici, le tende parasole e gli ombrelloni. Vetrine sfondate e tavolini e sedie volati lontano dal luogo in cui erano stati lasciati ieri notte. Gravi danni nel Comune di Gragnano dove il sindaco Paolo Cimmino è sceso in strada con gli operai che hanno dovuto utilizzare mezzi meccanici per liberare le strade da melma e detriti scesi a valle dalle colline circostanti