Sarà certamente un Ferragosto diverso a Napoli e in tutta la Campania. Un Ferragosto col Green Pass obbligatorio innanzitutto. Nel mirino i ristoranti e i bar ma anche le serate danzanti abusive nelle località di villeggiatura. E gli agenti si presenteranno anche in borghese. L’obiettivo è quello di garantire soprattutto il rispetto delle norme anti-Covid, dal distanziamento all’obbligo delle mascherine al chiuso, fino alla verifica della dei certificati verdi. Sarà anche un Ferragosto senza falò e sagre (assolutamente vietati), mentre spunta anche la possibilità di utilizzare anche droni per scoprire assembramenti pericolosi. Stamattina il prefetto di Napoli, Marco Valentini, farà visita alle centrali operative delle forze di polizia e dei Vigili del fuoco. Massiccio il piano di controlli straordinari messo in campo su indicazione del Viminale.

La Prefettura partenopea ha già predisposto tutte le azioni necessarie per intensificare i servizi di vigilanza e controllo delle forze dell’ordine, per assicurare la circolazione ordinata e in sicurezza di mezzi e persone che si prevede in aumento nella giornata di domani, soprattutto nelle zone del centro storico, che vengono considerate a rischio assembramenti. Controlli stringenti scatteranno quindi anche in tutte le località turistiche, dove ovviamente si prevede un fisiologico aumento degli spostamenti.

Il piano prevede comunque che i controlli vengano effettuati in una maniera la più discreta possibile. Inoltre le forze dell’ordine sono pronte a rispondere alle richieste degli esercenti alle prese con i clienti che faranno storie o presenteranno certificazioni con problemi. Nessuna tolleranza invece nei confronti dei furbetti che dovessero provare ad aggirare le regole, magari con Qr falsi o passati su Whatsapp, certificazioni verdi da tampone scadute dopo le 48 ore.