E’ morto nel reparto grandi ustionati dell’ospedale “Cardarelli” di Napoli un 53enne di San Leucio del Sannio che due giorni fa aveva tentato di spegnere un incendio che si era sviluppato nel proprio terreno a Ceppaloni. L’uomo stava lavorando assieme gli operai idraulico forestali della comunita’ montana che da giorni sono impegnati nello spegnimento di incendi che si sviluppano in provincia di Benevento. Il 53enne era rimasto intossicato dal fumo e poi raggiunto dalle fiamme. Sono stati gli operai idraulico forestali a trarlo in salvo in localita’ Rotola a Ceppaloni e a chiedere l’intervento di un’ambulanza del 118.

Inizialmente ricoverato all’ospedale “Rummo” di Benevento, l’agricoltore era stato poi trasferito per la gravita’ del caso a Napoli, dove poi e’ morto nella tarda serata di ieri. I carabinieri del comando provinciale di Benevento indagano ora per capire se l’incendio divampato mercoledi’ scorso fosse di origine dolosa o accidentale.