Il direttore generale dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo ha sospeso 22 dipendenti non vaccinati. La decisione di Russo è arrivata in seguito ad una verifica avviata a fine luglio dall’Asl sui dipendenti, tra medici, infermieri e addetti amministrativi, che non si erano vaccinati contro il Covid-19 Dalla verifica è emerso che erano circa 200. Poi, dopo i solleciti inviati dall’azienda ad aderire alla campagna vaccinale entro tre giorni, una gran parte si è adeguata.

Ventidue dipendenti, però, non hanno voluto sottoporsi al vaccino, e per loro è scattata la sospensione dal servizio, che resterà valida fino a quando non si vaccineranno, e comunque non oltre il 31 dicembre prossimo. Intanto prosegue a passo spedito la campagna vaccinale, con oltre il 65% della popolazione del Casertano (544. 270 residenti) che ha ricevuto entrambe le dosi.