Venticinquenne albanese sparato e ricoverato d’urgenza all’ospedale “Martiri del Villa Malta” dopo un tentato furto in una casa di San Valentino Torio. Finisce in arresto con uno dei due complici, un 24enne anche lui albanese. Caccia al terzo uomo che li aveva accompagnati davanti al Pronto soccorso. Il fatto si è registrato mercoledì sera, alle 20.50, al Pronto soccorso dell’ospedale, quando il giovane, sanguinante per un colpo di pistola ed in gravi condizioni, ha chiesto di essere preso in cura dai medici. Si tratta di un albanese, residente ad Acerra, accompagnato al “Martiri di Villa Malta” da un connazionale, che l’ha lasciato davanti all’entrata della struttura insieme ad un’altra persona, albanese anche lui, ed è fuggito nel nulla. Il ferito, inizialmente ricoverato a Sarno per poi essere trasferito all’ospedale di Salerno, è stato piantonato dai poliziotti. Il suo amico, invece, è stato portato al commissariato sarnese. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il ferito è noto alla giustizia per alcuni furti in abitazione.

Da qui, i poliziotti, agli ordini del vice questore Giuliana Postiglione, hanno avviato le indagini per risalire all’episodio. E dagli accertamenti è emerso che i due, insieme all’altro complice, erano entrati in azione in un’abitazione San Valentino Torio. Il proprietario dell’appartamento, costituitosi ai Carabinieri di San Valentino Torio, ha spiegato ai militari di aver sparato per difendersi, in quanto uno dei tre era armato al momento dell’irruzione in casa. Per questo motivo, dunque, i due sono stati arrestati. Il 25enne si trova piantonato in ospedale a Salerno, mentre il 24enne è in carcere a Fuorni. Ora è caccia al terzo uomo, con cui provenivano da Acerra e dove risiedono. Bisognerà capire se sono loro le persone che, nelle scorse settimane, hanno commesso vari furti nelle proprietà dei sarnesi. Gli episodi più eclatanti sono avvenuti nella località di Foce, in cui, spesso, i banditi hanno preso di mira le abitazioni più isolate. Nella zona industriale invece, una quindicina di giorni fa, un vigilantes ha sventato un furto in un opificio industriale dove cinque malviventi si erano introdotti forzando il cancello di ingresso. Non sono mancati poi decine di furti all’interno di autovetture in sosta presso gli esercizi commerciali della zona industriale e presso le aree di sosta dislocate sul territorio sarnese.