“L’intera comunità di Somma Vesuviana è profondamente indignata e scossa per quanto è accaduto questa mattina. E’ chiaro che sulla dinamica del fatto saranno gli inquirenti a fare chiarezza. La società però deve contrastare qualsiasi forma di violenza”. Lo dichiara il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno, commentando l’omicidio di una donna di 63 anni uccisa nel parcheggio di un supermercato nel comune vesuviano. “Con fermezza lanciamo gli hashtag  #noallaviolenza #siallavita – aggiunge Di Sarno – e lo faremo domani mattina alle ore 9.30 nel Palazzo Municipale di Somma Vesuviana con 2 minuti di silenzio fatti di donne e con le donne. Saremo al fianco di tutte le donne, di tutti i minori e di tutte le persone che subiscono violenze, aggressioni”.

“Insieme saranno la componente femminile della Giunta comunale, la componente femminile presente in Consiglio comunale, anche di opposizione perché il contrasto alla violenza non ha colore politico e partitico, una delegazione femminile del Comune, dunque dei dipendenti comunali, le donne impegnate nella cultura, nell’associazionismo, nel volontariato. Poi ci recheremo in piazza Vittorio Emanuele III e ci posizioneremo al fianco della panchina rossa dove è allestita dall’Associazione Eva – Proeva una cassetta postale per la deposizione di richieste di aiuto anonime e denunce anonime. Non si parlerà perché il silenzio rappresenterà il nostro dolore, la nostra meditazione”, conclude Di Sarno.