Era agli arresti domiciliari per detenzione di armi, e custodiva in un locale annesso alla sua abitazione pistole e proiettili. Anthony D’ Ambra, di 27 anni, nato a Maddaloni, ma residente ad Afragola è in arresto ad opera dei carabinieri nell’ ambito dei controlli ad Alto impatto. I militari hanno trovato in un locale dello stabile dove abita D’ Ambra una pistola mitragliatrice “Uzi”, una pistola “Bruni ” calibro 9, 11 proiettilli 9 x 21. 6 proiettili 9 mm luger, un caricatore con tre proiettili calibro 9 luger e 4 cartucce calibro12 “Mirage”.

Le armi saranno sottoposte ad accertamenti balistici per verificare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue o in delitti. D’ Ambra è trasferito in carcere. Nell’ ambito dei controlli ad Alto impatto in provincia di Napoli i carabinieri hanno eseguito 60 arresti in cinque giorni. I controlli sono stati estesi anche ai detenuti in regime di arresti domiciliari. 61 quelli controllati nei quartieri di Miano e Piscinola.