“Facciamo altre dieci ordinanze per rendere obbligatorie dieci mascherine, anche sulle orecchie”. Risponde cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ai giornalisti che gi chiedono se intenda prorogare l’ordinanza sull’utilizzo delle mascherine anche all’aperto, che scade a fine mese. A margine dell’inaugurazione dell’asilo nido aziendale per i dipendenti del policlinico universitario della Federico II, De Luca ricorda che “chi si vaccina e’ immunizzato per il 92% al massimo”, quindi “anche con la seconda dose c’e’ un 10% che si contagia e puo’ contagiare a sua volta gli altri”. Per questo motivo, rimarca, “l’uso della mascherina dev’essere obbligatorio sempre, anche quando si e’ vaccinati, per la tutela propria e degli altri”.

Il ‘governatore’ ribadisce che portare la mascherina “non e’ un martirio. E’ un piccolo fastidio – ragiona – ma in cambio abbiamo una grande protezione e un aiuto per tornare alla vita normale”. Rinnova quindi l’appello al buon senso, richiamando le immagini viste nelle ultime settimane nei locali notturni e nelle discoteche. “Anche quando fanno finta di avere ingressi controllati – sottolinea – arrivano l’una o le due di notte e si scatenano ed entrano centinaia di persone a fare quello che vogliono. Cosi’ non va bene”.