Salgono i contagi da covid19 e comincia a rimettersi in moto a Napoli la macchina degli ospedali per essere pronti a un eventuale aumento dei ricoveri. Da oggi ha riaperto il Covid Residence dell’Ospedale del Mare che era chiuso dal calo dei contagi e sottoposto a lavori per l’alimentazione degli impianti di bypass con 2 chilometri di tubazioni e 3 chilometri di cavi posati. Il Covid residence ha le terapie ordinarie e le sub-intensive del covid e da oggi e’ pronto ad accogliere nuovamente i malati: stamattina e’ arrivato subito il primo positivo, un membro della delegazione turca atterrata a Napoli per il G20.

Prefabbricati chiusi

Ancora chiuso, invece, il Covid center con i moduli prefabbricati, in cui ci sono le terapie intensive, al momento non c’e’ una richiesta che ne impone la riapertura. Al Cotugno tra dimissioni e nuovi ricoveri la situazione e’ sovrapponibile alla scorsa settimana con 30 cittadini con il covid19 in degenza ordinaria, 18 in subintensiva e 4 in terapia intensiva. In questo momento i dirigenti dell’Ospedale comunicano che i nuovi ricoverati sono tutti non vaccinati o persone che hanno solo la prima dose. Il numero dei ricoverati al Cotugno e’ comunque ancora basso, ricordando che l’Ospedale per malattie infettive e’ arrivato a oltre 200 ricoverati nei periodi di picchi covid.

Loreto Mare

Resta attivo il Covid Center Loreto Mare che venerdi’ aveva 16 posti di degenza occupati su 50, 5 di terapia sub-intensiva su 10, e un paziente in terapia intensiva dove ci sono 4 posti. All’Ospedale Cardarelli resta dedicato al covid il Padiglione M che che pero’ a oggi non ha ricoverati: stamattina due sospetti positivi sono stati portati li’ ma stanno per essere trasferiti perche’ risultati invece negativi. Il Cardarelli, fanno sapere dalla direzione, al momento e’ covid free.