Ricevevano gli ordinativi al telefono e si recavano personalmente a casa degli acquirenti: arrestati padre e figlio spacciatori. Ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelate applicativa degli arresti domiciliari emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata (Napoli) su richiesta della Procura oplontina, sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Sorrento. Destinatari padre e figlio (dei quali non sono fornite le generalita’), gia’ noti alle forze dell’ordine. Sono accusati, in concorso tra loro, di avere effettuato una serie di cessioni di sostanze stupefacenti (cocaina e marijuana) a persone residenti a Sorrento.

Le indagini hanno permesso di accertare come i due, dopo avere ricevuto indicazioni telefoniche, consegnavano direttamente al domicilio del richiedente la droga ordinata. In particolare, sono documentate diverse consegne di sostanze stupefacenti tra dicembre e gennaio scorsi e sono sequestrati 7,7 grammi di cocaina e 30,60 grammi di marijuana.