Il perdurare dell’emergenza sanitaria da Covid-19 impone l’urgente determinazione di misure finalizzate a consentire lo svolgimento delle attività economiche in sicurezza e al tempo stesso al loro rilancio. È partendo da questa considerazione che il comune di Terzigno ha deciso di assumere misure urgenti e temporanee in materia di occupazione del suolo pubblico per le attività economiche locali. Fino al 31 dicembre è disposto l’esonero dal pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico, nonché semplificazioni procedurali per richiedere di occupare spazi all’aperto. Anche queste a garantire il pieno rilancio delle attività che più di altre sono colpite dalle restrizioni imposte per evitare la diffusione della pandemia. «È obiettivo di questa amministrazione adottare misure di semplificazione a favore del sistema economico, duramente colpito dall’emergenza sanitaria in corso.

Visto l’orientamento delle disposizioni nazionali è quello di indirizzare lo svolgimento delle attività economiche il più possibile all’aperto, con particolare riferimento al settore della ristorazione e dei pubblici esercizi, e stante il perdurare dell’emergenza e l’arrivo della stagione favorevole per l’utilizzo degli spazi all’aperto, risulta necessario procedere senza alcun indugio all’adozione di misure mirate a favorire e disciplinare l’utilizzo degli spazi all’aperto, in conformità a quanto stabilito dalle vigenti norme di legge e dal regolamento comunale per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione ed esposizione pubblicitaria» si legge nel testo della delibera comunale che prova a contribuire al rilancio dell’economia sul territorio.