Aveva sparato all’interno di una attività commerciale di Somma Vesuviana, poi è fuggito ed è rintracciato e arrestato a Terracina dove si era rifugiato. Raffaele Toscano, 38 anni, ora è nel carcere di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di tentato omicidio e ieri, attraverso il sistema della video conferenza, è sottoposto a interrogatorio di convalida dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone, magistrato competente per il fermo.

Secondo la ricostruzione degli investigatori Toscano sarebbe entrato nel negozio e avrebbe sparato alcuni colpi ferendo il titolare 60enne ad un polso in maniera fortunatamente non grave. A distanza di qualche giorno le ricerche del responsabile hanno portato a individuare l’autore degli spari a Terracina dove i carabinieri lo hanno trattenuto fino a quando i colleghi campani non lo hanno preso in custodia.

Nell’interrogatorio davanti al gip Toscano, assistito dall’avvocato Arturo Cantiello, ha sottolineato di essere in confusione poi ha aggiunto che il commerciante gli doveva 10mila euro e che lui comunque non voleva assolutamente colpirlo: ha aggiunto di avere esploso i colpi verso il basso. Il 38enne è accusato di tentato omicidio.