All’esito delle indagini condotte dalla Compagnia di Torre Annunziata e dalla Stazione di Pompei, è in arresto il 31enne che stamattina, per intimidire la moglie con la quale si sta separando, ha esploso due colpi di pistola a salve all’interno di un ristorante dove lavora la donna. Per lui l’accusa di maltrattamenti in famiglia e violenza privata. La vittima ha riferito di diversi pregressi episodi di violenza, mai denunciati. Si e’ appurato inoltre che l’uomo ha esploso 5 colpi di pistola a salve all’interno del ristorante dove lavorava da pochi giorni la donna.

Eseguite una serie di perquisizioni a suo carico, rinvenuta anche l’arma utilizzata e un’altra pistola replica priva di tappo rosso. Contestualmente deferite la sorella e la madre dell’uomo, che avevano rivolto minacce al datore di lavoro della vittima.