Quattro su 100 sigarette sono di contrabbando, un danno per l’erario di 800 milioni. E’ quanto riporta l’agenzia giornalistica ‘9 Colonne’. Una sigaretta illecita su tre è una ‘Illicit White, vale a dire marchi prodotti lecitamente in paesi extra Unione Europea destinati al mercato illecito nei paesi Ue. Tra quelle di contrabbando, nel 2019 ha rappresentato il 36,4% del totale. Il 31,4% di questa tipologia non riporta informazioni specifiche relative al paese di origine, mentre il 26,1% risulta provenire da ‘duty free’.

Per quanto riguarda il consumo di illicit whites nel Bel Paese, risulta che esso si continua a concentrare nel Sud Italia anche nel 2020. Ai primi posti troviamo Marano di Napoli (76,5%), Foggia (75,0%), Torre del Greco (75,0%) e Casoria (73,1%). Napoli e Palermo (rispettivamente 67,4% e 64,7%) ancora al primo posto tra i capoluoghi di Regione.