Un malore in campo mentre giocava a calcetto in un torneo organizzato anche in memoria del fratello defunto. Il destino è stato terribile a Poggiomarino, che ieri sera ha visto la tragedia materializzarsi nuovamente. I fatti in serata in uno degli impianti sportivi cittadini dove si svolgeva la manifestazione, ripartita così come permesso dalle nuove norme per la Zona Gialla. Il ragazzo si è accasciato al suolo nel corso della partita. Inutili tutti i soccorsi dei medici dell’ambulanza arrivati nel giro di pochi minuti. Il giovane non si è più ripreso, facendo cadere nel dramma l’intera città. Proprio ad inizio partita il ricordo del fratello scomparso qualche anno fa in circostanza purtroppo simili.

Una sorte a dir poco avversa e che ha lasciato sgomenti e sotto choc non solo chi era sul campo, ma anche chi da lontano ha appreso della terribile notizia. Indicibile lo strazio di familiari e amici nei lunghi minuti dei soccorsi fino a quando non si è potuto fare altro che dichiarare il decesso. Sul posto, naturalmente, anche le forze dell’ordine che hanno appunto accertato la morte naturale del giovane, tra l’altro con un passato come calciatore dilettante agonista.