Un uomo 56enne di origini filippine, residente da 15 anni nel casertano, è in arresto e ritenuto responsabile di abusi sessuali sulla figlia minorenne. Adesso nei suoi confronti è eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Le indagini erano partite già lo scorso maggio quando la figlia 16enne, ha parlato con una zia degli atteggiamenti del padre e delle sue esperienze traumatiche. La donna si è recata subito con la ragazza dai Carabinieri, denunciando quanto riferitogli dalla nipote.

Durante le indagini la ragazza è ascoltata in un esame accompagnato da una consulenza tecnica psicodiagnostica ed ha ricostruito le violenze. Stando al racconto della 16enne gli abusi sessuali sarebbero addirittura iniziati da quando aveva solo 9 anni. Proseguiti anche fino al compimento dei 14 anni. Negli ultimi due anni gli abusi si erano tradotti in palpeggiamenti e molestie da parte del padre quasi quotidiani fin quando la ragazza non è scappata dalla zia. Il padre, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare, è stato portato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione dell’autorità giudiziaria.