Strage alle porte di Roma questa mattina, poco prima delle 11: un uomo di 35 anni con problemi psichici, Andrea Pignani, è uscito armato dalla sua villa ad Ardea, in via degli Astri e ha esploso dei colpi contro i passanti. Sono rimasti gravemente feriti, e poi sono morti nelle ore successive, due bambini, fratellini di 5 e 10 anni, David e Daniel, che giocavano in strada, e un uomo di 84 anni, Salvatore Ranieri, che passava sulla strada in bicicletta. I soccorsi sono arrivati immediatamente, perché i residenti della zona, spaventati dai colpi e compreso che si trattava di spari, hanno subito allertato il 112. Sul posto sono arrivati i carabinieri e il 118 con due elicotteri, due ambulanze e un’automedica per soccorrere le persone coinvolte.

L’assassino

Dopo aver individuato l’assalitore, che dopo la sparatoria al parco nei pressi della sua residenza si è barricato in casa in via degli Astri, sono intervenuti i carabinieri del Gis, Gruppo intervento speciale, e dell’Api, aliquota primo intervento. Anche la madre del 34enne ha raggiunto la villetta del figlio per cercare di stabilire un contatto, insieme al negoziatore dei carabinieri, senza risultato. Poco prima delle 16, i Gis hanno fatto irruzione nell’appartamento dell’uomo, che è stato trovato morto. L’ipotesi più probabile è che si sia suicidato, con la stessa pistola con cui prima aveva fatto fuoco. Gli investigatori sono al lavoro per capire le cause dell’insano gesto.

«La situazione rappresentata è gravissima», aveva affermato a caldo l’assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato. Poi, poco prima delle 14, l’annuncio della morte dei bambini e dell’uomo. «Ho ricevuto ora una telefonata che non avrei mai voluto avere, il Direttore sanitario dell’Ares 118, mi ha appena comunicato che i medici soccorritori stanno facendo la constatazione di decesso per entrambi i bambini». Il primo a non farcela è stato il più piccolo, poi purtroppo è mancato anche il secondo bambino. «Gli operatori intervenuti sul posto hanno impiegato tutti gli sforzi possibili per salvare le vittime con ripetuti tentativi di rianimazione, ma la situazione è apparsa fin da subito compromessa. Sono profondamente scosso per l’accaduto ed esprimo tutto il mio rammarico e le più sentite condoglianze ai familiari e all’intera comunità di Ardea che oggi vive un terribile lutto per questa tragedia».