Troppo vicino all’ospedale di Avellino e a quello di Mercato San Severino, nella provincia di Salerno e cosi’, nel piano ospedaliero regionale, l’ospedale Landolfi di Solofra perde la sua autonomia e passa a essere una diramazione dell’azienda ospedaliera Moscati di Avellino. I comuni del comprensorio solofrano non accettano la decisione della Regione Campania e scendono in piazza per protestare. Sono piu’ di 2000 le persone che si sono ritrovate questo pomeriggio davanti all’ospedale solofrano, che perdera’ il pronto soccorso e rimarra’ aperto solo per alcune specialita’.

Alla manifestazione promossa dal comitato spontaneo ‘Salviamo l’ospedale’ hanno aderito 18 sindaci irpini, tra i quali quello di Avellino, Gianluca Festa, le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil, partiti politici, dal Pd, a Rifondazione, al M5S, a Fratelli d’Italia. In piazza anche associazioni e semplici cittadini.