Indagini a Mercogliano per ricostruire il decesso alla psichiatra Antonella Bruno che ieri è stata trovata senza vita nella piscina di un’abitazione situata in Via Nazionale Torrette. A notare il cadavere della donna nell’acqua è un condomino. Il corpo recuperato dai Vigili del Fuoco del comando di Avellino e, successivamente trasportato presso l’Ospedale Moscati di Avellino. Il medico legale Carmen Sementa eseguirà l’esame autoptico.

La Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal procuratore Domenico Airoma, ha aperto un’inchiesta per fare chiarezza sul decesso. Dalle prime analisi esterne sul corpo della 61enne è stabilito che la morte è sopraggiunta per annegamento. La donna potrebbe essere scivolata in piscina perché colta da un improvviso malore, oppure per una fatalità; escluso, come detto, che possa essere vittima di un’aggressione.