La Squadra Mobile di Salerno, dopo approfondite indagini condotte per contrastare il recrudescente fenomeno di reati contro il patrimonio, in particolare  di furti e rapine presso gli esercizi commerciali cittadini, ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura della Repubblica di Salerno, nei confronti di due persone, una delle quali straniera, N. A. di 28 anni e H. O. di 27 anni, per i reati di furto, rapina e ricettazione in concorso.

Le investigazioni

Le attività investigative della Squadra Mobile hanno permesso di ricostruire, attraverso la visione e la successiva analisi di numerosi filmati, registrati dai sistemi di video sorveglianza posti all’interno dei negozi e presso altre strutture pubbliche e private nelle immediate vicinanze dei luoghi ove erano perpetrati i reati, la dinamica posta in essere dagli autori dei reati e di giungere alla loro completa identificazione.

Più furti in un giorno

È emerso anche che gli arrestati si erano introdotti all’interno degli esercizi commerciali da depredare incuranti finanche degli interventi delle Forze dell’Ordine. Difatti, in alcuni casi, anche più volte  nel  corso della  stessa giornata,  si sono resi  responsabili  dei reati  a loro ascritti. Gli elementi acquisiti a sostegno dell’ipotesi investigativa  hanno  consentito  all’autorità giudiziaria di emettere l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti degli autori dei reati predatori.