“Diciassette anni fa ho lasciato Napoli con mia moglie perché mia figlia nascesse qui, volevo crescesse in un posto sicuro per il suo futuro e ora non mi rimane niente. Lei non ha più futuro e io non ho nessun futuro senza di lei”. Sono le parole che Vincenzo, il padre di Chiara Gualzetti, la 16enne uccisa a coltellate e trovata ieri vicino all’abbazia di Monteveglio (Bologna), non lontano da casa, ha detto alle telecamere presenti davanti all’abitazione della vittima.

Da padre orgoglioso mostra l’ultima pagella, ricorda l’affetto di tutti per quella ragazza solare, senza grilli per la testa o un minimo cenno di brutti pensieri, una 16enne con la passione per l’arco che nella vita era “una vincente”. Per l’omicidio fermato un amico di Chiara, il 16enne che ha confessato domani – in tarda mattinata – sarà interrogato dal gip, dopo la confessione resa al magistrato e ai carabinieri.