Morta a soli 25 anni dopo un’operazione per dimagrire: medico indagato per l’omicidio colposo di Giada De Pace. La ragazza voleva perdere peso e per questo motivo aveva deciso di sottoporsi ad un intervento chirurgico di tipo “bariatrico”. l’intervento prevede la riduzione della dimensione dello stomaco nei pazienti affetti da obesità, allo scopo di creare in anticipo il senso di sazietà.

Nella serata di ieri, 11 giugno quindi, Giada, lavoratrice e studentessa dell’Università di Tor Vergata, era entrata in sala operatoria dell’ospedale di Roma sulla consolare Aurelia ma non ne è uscita più viva. Purtroppo non è il primo caso, a prescindere dal rilievo penale o meno della vicenda.

A seguito dell’incidente e di una denuncia di parte in queste ore la Procura della Repubblica della Capitale ha aperto un fascicolo penale per omicidio colposo. Il Sostituto di turno al momento del presunto fatto reato di imperizia terapeutica, Antonino Di Maio, ha iscritto a registro il chirurgo che ha operato la 25enne.