Un furgone usato per il trasporto di materiale edile è stato quasi completamente inghiottito da una voragine apertasi nel centro storico di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Il conducente è rimasto lievemente ferito. Il fatto si è verificato in via Roma, all’imbocco del portone di un’abitazione, dove erano in corso dei lavori; il furgone stava entrando a marcia indietro quando il manto stradale ha ceduto e si è aperta la voragine. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Caserta e le forze dell’ordine, l’area è stata transennata. I pompieri hanno soccorso il conducente e poi eseguito le prime verifiche scendendo nella voragine, per capire le cause del cedimento. Non è la prima volta che accade un episodio simile; nell’agosto 2018, un’altra voragine si aprì in piazza San Pietro, pieno centro, e un’auto rischiò di finirci dentro.

Il Comune di Santa Maria Capua Vetere, con il sindaco Antonio Mirra, fa sapere che «sono in corso e proseguiranno nei prossimi giorni tutte le verifiche per individuare le cause del cedimento. avvenuto all’ interno dell’androne privato con un parziale interessamento del manto stradale in basolato per circa un metro».

«Immediati riscontri – aggiunge il sindaco – hanno evidenziato la presenza di una cavità nel sottosuolo». Il settore Servizi Sociali del Comune, con l’assessore Rosida Baia, ha provveduto alla sistemazione dei nuclei familiari sgomberati. Nell’immobile erano previsti lavori di manutenzione. Il furgone precipitato nella voragine trasportava materiali per le verifiche preliminari alle opere.