I Carabinieri della tenenza di Arzano hanno sanzionato per inosservanza della normativa anti covid la titolare di un ristorante di Giugliano in Campania – una 71enne del posto – dove il 6 giugno scorso è stata festeggiata la comunione del figlio di Cristiano Pasquale (ritenuto elemento di vertice del gruppo 167 di Arzano). L’uomo era ai domiciliari ed ottene di potere andare in chiesa. E lo fece in Ferrari con un corteo. Per questo è tornato intanto in cella.

L’imprenditrice ha organizzato nella circostanza festeggiamenti all’interno del locale, senza far rispettare il distanziamento di un metro e non ha ottemperato all’obbligo di conservare per 14 giorni – come prevede la Legge – il registro dei partecipanti.