Matrimoni senza Green Pass in zona bianca, obbligo di certificato di vaccinazione (o di tampone eseguito nelle 48 ore precedente, o di guarigione) nelle fasce gialle. È una delle novità che emerge dalle nuove linee guida delle Regioni sulle zone bianche dove da lunedì entreranno Sardegna, Friuli Venezia e Giulia e Molise. Salta anche il numero massimo di 4 persone al tavolo, in palestre e piscine sarà possibile fare la doccia in spogliatoio. Mercoledì  raggiunto l’accordo per le riaperture delle attività economiche, i protocolli annunciati dal presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Federiga, ne definiscono i contorni. Bisognerà vedere ora cosa dirà il Cts che proprio nei giorni scorsi aveva ‘rivisto’ le proposte dei governatori sulle riaperture imprimendo un giro di vite.

Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni si è detto convinto di poter trovare “nelle prossime ore” un’intesa con gli esperti del Comitato Tecnico Scientifico. Così da presentare una sintesi che il ministro della Salute Speranza potrà mettere nero su bianco nella sua prossima ordinanza. Le nuove linee guida confermano che in tutte le attività “devono essere usati da parte dei lavoratori dispositivi di protezione delle via aeree finalizzati alla protezione del contagio”. Le Regioni sottolineano come “con l’avanzare della campagna di vaccinazione”, si dirà addio anche le restrizioni e la necessità di protocolli.