Era arrivato anche a simulare una telefonata nella quale la figlia chiedeva al padre di acquistare una collana e un paio di orecchini. Tutto all’esterno di un supermercato e per strappare all’ignara vittima 200 euro in contanti. Una truffa che ora è ricostruita, portando all’arresto di uno dei due presunti artefici. Questa mattina infatti i carabinieri della stazione di Pompei hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari. Misura nei confronti di un uomo del quale non sono fornite le generalità accusato di truffa aggravata commessa ai danni di un anziano.

Tutto e’ partito dalla denuncia della vittima che, convinto dai truffatori all’esterno dell’esercizio commerciale, aveva consegnato loro 200 euro in contanti. Attraverso le immagini estrapolate dalle telecamere di videosorveglianza del supermercato. Oltre che dagli accertamenti eseguiti nelle banche date in uso alle forze dell’ordine, i carabinieri sono riusciti ad identificare uno dei due presunti colpevoli. Mentre sono ancora alla ricerca del complice.