Per i vaccini a mRNA Pfizer-BioNtech e Moderna, è «raccomandabile» un prolungamento nella somministrazione della seconda dose «nella sesta settimana dalla prima». A prevederlo è una circolare del ministero della Salute con cui si trasmette il parere del Cts in merito all’estensione dell’intervallo tra le due somministrazioni dei vaccini. Il Cts rimarca che «rimane una quota significativa di soggetti non vaccinati. Per connotazioni anagrafiche o patologie concomitanti, sono a elevato rischio di sviluppare forme di COVID-19 gravi o fatali». Sulla scorta di ciò, il Cts raccomanda un prolungamento nella somministrazione della seconda dose.

Via libera alla seconda dose del vaccino anti-Covid di AstraZeneca per chi ha ricevuto la prima senza riportare trombosi rare. Questa l’indicazione del Comitato tecnico scientifico per l’emergenza coronavirus, contenuta nel parere allegato a una circolare del ministero della Salute. Oggetto del documento, firmato dal direttore generale Prevenzione, Giovanni Rezza: ‘Trasmissione parere del Cts in merito alla estensione dell’intervallo tra le due dosi dei vaccini a mRna e alla seconda dose del vaccino Vaxzevrià.