Vaccini in vacanza? È scontro tra Mariastella Gelmini, ministra degli Affari regionali, e il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. «Non c’è possibilità di farli in tutta Italia», ha detto la Gelmini ospite a Radio Anch’io su Radio1. Mentre ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta su RadioCusano Campus, Sileri non esclude la possibilità di iniettarsi il farmaco anti covid anche in una Regione diversa rispetto a quella dove si risiede: «Con un po’ di organizzazione e con numeri molto piccoli si può fare». Sul punto era già arrivato il no del commissario straordinario per emergenza Covid19 Figliuolo: «Le ferie estive sono da programmare in base all’appuntamento vaccinale».

La ministra degli Affari regionali non esclude del tutto i vaccini in vacanza. «Il piano vaccini funziona, con il generale Figliuolo sono individuate delle categorie da cui partire. Se le regioni, oltre a somministrare le dose ai più fragili, riusciranno a fare di più, noi non abbiamo preclusioni». La priorità, però, ora è un’altra. «Adesso va rispettato il piano – prosegue la Gelmini a Radio Anch’io –. Non diamo vantaggi al virus e non facciamo confusione». E per quanto riguarda l’ipotesi del vaccino per tutti dal 10 giugno risponde: «Ancora non è definito. La stragrande maggioranza delle Regioni sta collaborando in modo leale con il Governo, la strutture commissariale e la Protezione civile».