“Dal 3 giugno si darà possibilità a tutte le regioni e province autonome di aprire a tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione anche quelli aziendali”. Così il Commissario Straordinario per l’emergenza Covid, Generale Francesco Paolo Figliuolo nel corso della visita in Umbria, all’uscita del centro vaccinale di Bastia Umbra.Figliuolo ha messo subito in chiaro un aspetto: “C’è un però, le dosi saranno 20 milioni. E’ chiaro che questa regione dice io posso andare anche a 20.000” ma “non può. Salirà rispetto a quello che fa oggi di 2.000, 3.000, arriveremo agli oltre 50.000\52.000 settimanali, ma non potrà pensare di fare 20.000 per sempre. Quello che si deve evitare è la rincorsa al io ne voglio di più”.

Se arrivera’ il via libera dell’Aifa, dal 3 giugno potranno essere vaccinati anche gli adolescenti tra i 12 e i 15 anni, in tutto circa 2,3 milioni di persone. “E’ molto probabile che all’inizio della settimana prossima Aifa dara’ il via libera – conferma il Commissario per l’Emergenza Francesco Figliuolo – e siamo gia’ in grado di procedere anche su questa classe”. Al momento dagli uffici del Commissario non verra’ indicato un canale preferenziale per la vaccinazione di questa fascia d’eta’ anche se le singole regioni potranno scegliere di organizzare le somministrazioni attraverso gli hub, le farmacie, i pediatri o i medici di famigli.